GOOGLE COMPRA MOTOROLA MOBILITY PER 12.5 MILIARDI DI DOLLARI

20110816-112504.jpg

Con un comunicato stampa, datato 15 agosto, il gigante americano della ricerca online Google annuncia l’acquisizione di Motorola Mobility, la filiale creato all’inizio dell’anno da Mototola e specializzata nella telefonia mobile. L’operazione è costata 12.5 miliardi di dollari e mira naturalmente a dinamizzare l’ecosistema degli smartphone (e tablet) Android. L’azienda di Mountain View ha proprosto 40 dollari per azione, cioè un rialzo del 63% per titolo Motorola (venerdì scorso le azioni Motorola erano quotate a 24.47 dollari).
Approvata dai consigli amministrativi delle due società, l’operazione dovrebbe concludersi alla fine del 2011 o inizi del 2012, se tutto andrà per il meglio. L’acquisizione sarà sottoposta all’approvazione dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato. Google segnala che Motorola Mobility continuerà a crescere come entità distinta. Dunque, il produttore di smartphone non raggiungerà i servizi Google, almeno inizialmente. L’azienda di Mountain View precisa che il suo sistema operativo per telefoni cellulari e tablet resterà open-source e Motorola conserverà logicamente la licenza Android.
L’arrivo per il prossimo anno di uno smartphone Motorola con Windows Phone sembra dunque compromesso. Nel suo comunicato firmato da Larry Page, Google ritorna sulla polemica dei brevetti e sul loro utilizzo per la concorrenza, come “un’arma per arrestare la crescita di Android”. L’acquisizione di Motorola rappresenta anche un aumento della concorrenza ed un rafforzamento del portfolio di brevetti di Google per “proteggere meglio Android dalle minacce anticoncorrenziali di Microsoft, Apple ed altre società”.
Tutto chiaro! Ricordiamo inoltre che Microsoft è attualmente in guerra con Motorola sempre la violazione di alcuni brevetti. I partner più vicini a Google, come Samsung LG, Sony Ericsson ed HTC, hanno accolto con entusiasmo la notizia. Tutti vedono in questa acquisizione la volontà di Google di difendere l’ecosistema esistente ed i suoi partner.

Fonte notebookitalia

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...